Dipartimento per la ricerca, linnovazione e lorganizzazione

Un progetto contro il digital divide, per una trasformazione digitale che non lasci indietro nessuno. Servizi digitali gratuiti dalle aziende per i cittadini.

Telemedicina e sistemi di monitoraggio per il contrasto al Covid Al via la misura introdotta dal Decreto Rilancio per sostenere il turismo in Italia.

La Ricerca in Dipartimento

Strumenti di collaborazione per coinvolgere enti locali, centrali e fornitori. Chi siamo Chi siamo. Cosa facciamo. In Gazzetta Ufficiale il decreto legge 'misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale'. Il pacchetto di misure per ampliare la digitalizzazione nella Pubblica Amministrazione. Taskforce Covid Telemedicina e sistemi di monitoraggio per il contrasto al Covid In primo piano. Vedi tutte le Notizie. Innovazione per la Pubblica Amministrazione Strumenti per servizi digitali efficienti che mettono il cittadino al centro.

Innovazione per i cittadini e imprese Informazioni, risorse e punti di accesso per i servizi pubblici digitali. Designers Italia La community dei progettisti di servizi pubblici. Developers Italia La community degli sviluppatori di software open source. Innovazione per le imprese Innovazione per i cittadini. Dal Blog per la Trasformazione Digitale. Inizia la rivoluzione cloud: la strategia per le infrastrutture digitali della Pubblica… Dal censimento al Polo strategico nazionale, il piano per la razionalizzazione delle infrastrutture digitali della Pubblica Amministrazione.

Un kit per portare i servizi pubblici nel cloud Un viaggio in cinque tappe, per individuare i vantaggi, i rischi e le migliori strategie per migrare in cloud alcuni servizi pubblici…. Un punto di…. Verso una nuova generazione di servizi pubblici: i design kit di Designers Italia Designers Italia presenta i nuovi kit per aiutare a progettare servizi digitali moderni e semplici, senza dover reinventare ogni volta la….Gentile cliente, per migliorare le performance tecniche di Altalex e del Suo profilo personale, la invitiamo a recuperare la password cliccando sul pulsante OK.

La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione. Pubblichiamo il testo del Codice Civile, recante Regio decreto 16 marzon. Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico delle imposte sui redditi aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico degli enti locali aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da Pubblichiamo il testo del Codice Penale, recante Regio Decreto 19 ottobren. La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione OK.

Crea subito il tuo profilo e scopri tutti i vantaggi!

dipartimento per la ricerca, linnovazione e lorganizzazione

Inserisci le tue credenziali. Password l'hai dimenticata? Costituzione 1. Nell'ambito della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie, di seguito denominato Dipartimento, e' organizzato secondo quanto previsto negli articoli seguenti. Competenze 1. Il Dipartimento e' la struttura di cui il Presidente del Consiglio dei ministri si avvale, ai sensi dell'art.

Ministro per l'innovazione e le tecnologie 1. Il Ministro per l'innovazione e le tecnologie, di seguito denominato Ministro, e' l'organo di governo del Dipartimento. Il Ministro esercita le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, definisce le priorita' e gli obiettivi da conseguire nelle aree di propria competenza, verificando la rispondenza dei risultati dell'attivita' ammistrativa e della gestione agli indirizzi.

Il Ministro, nei limiti di cui all'art.

dipartimento per la ricerca, linnovazione e lorganizzazione

Il Ministro designa propri rappresentanti in organi, commissioni, comitati, gruppi di lavoro e organismi operanti presso altre Amministrazioni ed istituzioni. Il Ministro puo', nelle materie di propria competenza, costituire commissioni e gruppi di lavoro anche in relazione a specifici obiettivi previamente individuati.

Capo del Dipartimento 1.Iscriversi ad un dottorato. Forma ricercatori in grado di affrontare con approccio interdisciplinare ed olistico i problemi relativi al rischio sismico, vulcanico ed idrogeologico in senso ampio, ai rischi per la salute e alla sicurezza.

Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie

Ricercatori esperti nella valorizzazione delle risorse ambientali e nelle tecnologie ambientali. The aim is to acquire a methodology of analysis through the integration of the various disciplines - from the biological, medical, pedological, ecological, geological, physical and chemical fields to the engineering, architecture and design fields, that address research projects with a range that proceeds from management, monitoring, recovery and sustainable use of environmental resources to protection from natural and anthropogenic risks; and from the design of systems, products and innovative methods to the development of innovative technologies for the redevelopment of buildings.

It trains expert researchers in the fields of analysis of the biotic and abiotic component of natural and anthropized ecosystems, management and recovery of environmental resources, development of innovative technologies for waste disposal and use of renewable sources. It trains researchers able to examine processes and technologies in the most varied production-industrial sectors both on a theoretical-methodological and applicative level, with the aim of enhancing local resources and cultural heritage, through the tools of design and invention.

dipartimento per la ricerca, linnovazione e lorganizzazione

It trains researchers able to deal with interdisciplinary and holistic approach to problems related to seismic, volcanic and hydrogeological risk in the broad sense, to health and safety risks. Experienced researchers in the valorisation and enhancement of environmental resources and environmental technologies. Qualified figures to perform analysis and management of ecosystems and environmental processes, biodiversity assessment, environmental monitoring, criticality analysis of natural and anthropic origin, recovery of degraded areas, sustainable planning and implementation of environmental resources, use of renewable energy sources and materials, and waste disposal.

Researchers able to manage research and innovation processes aimed to test and define new tangible and intangible products in various production sectors with the objective of improving the quality of life. The aim is to train researchers to capably examine the processes and technologies in the most varied production-industrial sectors strategically directed to the relations between production and consumption in the post-industrial society that trigger innovative processes which comply with environmental, economic, cultural and social sustainability.

Qualified figures in the research for the protection and enhancement of environmental, cultural and productive heritage, from territorial, urban to construction, and public and private infrastructures and protection authorities for natural and anthropic risks, and innovative technologies for hydrogeological, seismic, volcanic and anthropic areas.

Il design contemporaneo mira a promuovere processi di innovazione, in cui design e scienze biologiche e ambientali si avvicinano, si intersecano e si fertilizzano.

Le collaborazioni tra design e biologia sono frequenti, dalla bionica, al design biomimetico, che trasferisce ai prodotti strategie, strumenti e metodi tratti dalla biologia, fino a esperienze di elaborazione grafica di processi biologici. The topic focuses on updating knowledge in the analysis of environmental components and processes ranging from examining the responses of living organisms plants, animals, and micro-organisms to biotic and abiotic stresses to the assessment of biodiversity for its conservation and applications in agronomic, industrial and pharmaceutical sectors; from the analysis of the territory and its evolution with reference to the biotic and abiotic component and human activity to the characterization and alteration of bio-geochemical cycles, up to the analysis of global environmental changes with the development and application of ecological models for the quantification of current phenomena and the forecasting of future scenarios.

The topic focuses on updating knowledge in the field of environmental monitoring and risk assessment ranging from the assessment of the impact of human activities on the quality of environmental resources to the study of the diffusion and degradation mechanisms of organic compounds in the soil-water-air compartment; from the optimization of tools for the quantification of environmental loads and consequent impacts on environmental balances and human health to the assessment of risks to humans arising from the presence of xenobiotics and natural events.

Further areas of interest are the control of the agro-food supply chain and the assessment of risks to consumer health and the environment, the analysis of the mechanisms of interaction between pollutants present in the workplace and biological macromolecules, proteomics and metabolomics studies aimed at identifying and developing biomarkers for the prediction of health risks in the workplace and the development of systems for the prevention and mitigation of potential damage to humans and the environment resulting from activities at risk of major accidents.

The topic is aimed at updating knowledge in the field of environmental management and restoration. In particular it deals with the management of protected areas and agricultural and forestry systems and their effects on the biotic community; strategies to improve the efficiency of resource use, yield and quality of cultivated plants; assessment of the impact of conservative farming practices, reduced tillage and organic farming on crop yield and quality; design and evaluation of interventions for the recovery of degraded environments and remediation of contaminated sites and assessment of use capacity, fertility, vulnerability and soil quality.

Further topics of investigation are soil reconstruction, restoration of fertility in areas at risk of desertification and agronomic restoration of degraded soils. The topic focuses on updating knowledge in environmental technologies, ranging from plant biotechnology for environmental sustainability to the isolation, characterization and biological activity of secondary metabolites and the production of bio-fortified food and edible vaccines; from the development of technologies for the treatment and disposal of solid, liquid and gaseous waste of urban, agricultural and industrial origin to waste-to-energy, eco-sustainability and risk assessment of municipal solid waste.

Particular attention is paid to the theme of sustainability and technologies in the energy sector with the study of energy efficiency measures, the use of renewable sources, energy-environmental planning, innovative energy technologies and in-depth study of technologies for the recovery of energy from urban, agricultural and industrial waste products. The profile aims at the introduction of smart innovation in the field of cultural and environmental heritage, intervening both on a theoretical-methodological and applicative level.

In particular, the research themes addressed will concern: the notion of material and immaterial cultural heritage in the global society; the redefinition of conservation aspects, extended from the physical safeguard to the defence of memory; the approaches for local and remote use; the planning of processes of virtuous involvement of the productive and service sectors in order to valorize them; the project of interventions for a shared hermeneutics in the different socio-cultural contexts.

The contribution of the historical-critical disciplines, with targeted in-depth studies to bring to light areas of cultural deposits that have not yet been studied, will be integrated with those of the project, to start the PhD student in the management and control of complex systems.

The research area deals with the evolution of the concept of innovation and its link with the discipline of design with the aim of providing a methodology of analysis and governance of the complexity of contemporary scenarios; of elaboration and experimentation of concepts of new tangible and intangible products; of development and implementation of innovative products and services with a view to sustainability throughout the entire life cycle. The design tools work to support the different supply chains in the various production contexts, in order to increase their competitiveness on international markets, while identifying new areas and sectors of application.

Particular attention will be paid to strategic production areas, in which we intend to operate through innovation and technology transfer processes.Neldurante il governo Berlusconi IIle funzioni in materia di innovazione e di tecnologie furono devolute ad un ministro senza portafoglionella persona di Lucio Stanca.

Organizzazione interna del dipartimento innovazione e tecnologie

Nell'atto di conferimento delle relative deleghe DPCM 9 agosto fu precisato che, in attesa della costituzione di uno specifico dipartimento, il ministro avrebbe potuto avvalersi di quattro distinte strutture:.

Il dipartimento non fu formalmente soppresso, in attesa di una nuova disciplina in materia. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Reindirizzamento da Dipartimento per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione. Nell'atto di conferimento delle relative deleghe DPCM 9 agosto fu precisato che, in attesa della costituzione di uno specifico dipartimento, il ministro avrebbe potuto avvalersi di quattro distinte strutture: l'Ufficio per l'informatica, la telematica e la statistica successore del Dipartimento per l'informatica e la statistica, istituito con DPCM 18 luglio ; l'Ufficio per l'innovazione tecnologica; l'Ufficio per l'informatizzazione e lo sviluppo delle reti telematiche delle pubbliche amministrazioni; il Centro tecnico dell' AIPA DPCM 18 maggio Collegamenti esterni [ modifica modifica wikitesto ] Sito ufficialesu funzionepubblica.

Portale Italia : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Italia. Categoria : Dipartimenti soppressi della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Categorie nascoste: P differente su Wikidata P letta da Wikidata. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra. Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. Aggiungi collegamenti. Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenzia per l'Italia digitale e poi Dipartimento per la trasformazione digitale.Per valutare gli effetti del le microonde sulla carta due pi le di.

Gli insetti e i microrganismi sono i principali agenti di bio-deterioramento che possono provocare danni importanti e irreversibili quali macchie, lacune, gal le rie e fori. Il progetto Mi. Sono illustrati alcuni dei primi risultati ottenuti.

Sono state irradiate alcune specie 1 adulto e 2 larve per saggio inserite in provette di vetro 7 cm di lunghezza e 1 cm di diametro chiuse da garza. Nel le prove successive, sono stati utilizzati libri fatti con carta del tipo Copy.

Questi libri, che hanno dimensioni 15 x 21 cm e spessori variabili, sono stati realizzati cucendo fogli di carta con fettucce di puro cotone. Risultati e conclusioni Inizialmente sono stati trattati esemplari di Stegobium paniceum in provette di vetro. La prova in bianco Dipartimento per i Beni Archivistic. DBCP Soprintendenza per i beni arch.

Collaborazioni

Dipartimento per i Beni Culturali e. Il complesso di Palazzo Soranzo Cap. ALES S. IX Salone dei Beni e delle Attivit. La prova in bianco 14 Previous page Next page 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 Short-link Link Embed.

Share from cover. Share from page:.

Offerta formativa magistrale DII

More magazines by this user. Close Flag as Inappropriate. You have already flagged this document. Thank you, for helping us keep this platform clean.Gentile cliente, per migliorare le performance tecniche di Altalex e del Suo profilo personale, la invitiamo a recuperare la password cliccando sul pulsante OK.

La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione. Pubblichiamo il testo del Codice Civile, recante Regio decreto 16 marzon. Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico delle imposte sui redditi aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico degli enti locali aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da Pubblichiamo il testo del Codice Penale, recante Regio Decreto 19 ottobren.

La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione OK. Crea subito il tuo profilo e scopri tutti i vantaggi! Inserisci le tue credenziali.

Password l'hai dimenticata? Costituzione 1. Nell'ambito della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie, di seguito denominato Dipartimento, e' organizzato secondo quanto previsto negli articoli seguenti. Competenze 1. Il Dipartimento e' la struttura di cui il Presidente del Consiglio dei ministri si avvale, ai sensi dell'art. Ministro per l'innovazione e le tecnologie 1.

dipartimento per la ricerca, linnovazione e lorganizzazione

Il Ministro per l'innovazione e le tecnologie, di seguito denominato Ministro, e' l'organo di governo del Dipartimento. Il Ministro esercita le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, definisce le priorita' e gli obiettivi da conseguire nelle aree di propria competenza, verificando la rispondenza dei risultati dell'attivita' ammistrativa e della gestione agli indirizzi.

Il Ministro, nei limiti di cui all'art. Il Ministro designa propri rappresentanti in organi, commissioni, comitati, gruppi di lavoro e organismi operanti presso altre Amministrazioni ed istituzioni. Il Ministro puo', nelle materie di propria competenza, costituire commissioni e gruppi di lavoro anche in relazione a specifici obiettivi previamente individuati.

Capo del Dipartimento 1. Il Capo del Dipartimento, nominato ai sensi degli articoli 18, 21 e 28 della legge 23 agoston. Il Capo del dipartimento si avvale di una propria struttura di segreteria. Il Capo del Dipartimento cura i rapporti con il Segretariato generale e con gli altri uffici e i Dipartimenti della Presidenza del Consiglio dei ministri e partecipa alle riunioni di consultazione e di coordinamento con il segretariato generale.

Con provvedimento del capo del Dipartimento viene disciplinata l'eventuale articolazione dei servizi in unita' operative, nell'ambito di quanto previsto dal presente decreto. Le funzioni vicarie per i casi di assenza o di impedimento del capo del dipartimento, sono attribuite, su proposta di quest'ultimo, dal Ministro al responsabile di uno degli uffici del Dipartimento.

In mancanza di tale attribuzione, le funzioni sono svolte dal dirigente con maggiore anzianita' nella qualifica in servizio presso il dipartimento. Organizzazione del Dipartimento 1. Il Dipartimento si articola in quattro uffici, cui sono preposti coordinatori con incarico di funzioni di livello dirigenziale generale e in dodici servizi, cui sono preposti coordinatori con incarico di funzioni di livello dirigenziale.

L'incarico di capo del Dipartimento e' conferito in conformita' con quanto disposto dall'art. Il personale dirigenziale di alta professionalita' di cui all'art. L'Ufficio I collabora con le Amministrazioni pubbliche di riferimento alla elaborazione delle politiche di settore per la sviluppo della societa' dell'informazione ed elabora il relativo piano nazionale integrato. Interagisce con gli attori sociali ed economici interessati rilevando le esigenze e le idee di sviluppo settoriale, al fine di identificare le direttive prioritarie di innovazione; propone iniziative per l'utilizzo e l'accelerazione della diffusione delle tecnologie; sviluppa obiettivi, linee guida, interventi e finanziamenti finalizzati alla attuazione del piano strategico; assicura il monitoraggio delle iniziative finalizzate o fortemente correlate alla missione; propone regole tecniche in relazione allo sviluppo dell'innovazione digitale, su materie quali sicurezza, analisi del rischio, indicatori, portali; propone progetti per la realizzazione di infrastrutture tecnologiche e di servizio.

L'Ufficio I si articola nei seguenti servizi: a Servizio I: Pianificazione strategica; b Servizio II: servizio sviluppo cultura digitale dei cittadini e delle imprese; c Servizio III: indirizzo e monitoraggio iniziative di sviluppo.

L'Ufficio II ha i seguenti obiettivi: proporre obiettivi, linee guida, piani di azione e finanziamenti, mediante l'elaborazione del piano strategico della Pubblica Amministrazione centrale; supportare la Pubblica Amministrazione centrale nella definizione degli obiettivi e nella promozione dell'attuazione; consolidare i piani proposti in un unico documento e sottoporlo all'approvazione; verificare i finanziamenti disponibili in relazione ai piani approvati e controllare l'efficace utilizzo dei fondi una volta allocati.

Dirigere, coordinare e controllare l'attuazione dei programmi e dei progetti previsti nel piano approvato e l'impiego delle risorse all'uopo identificate; valutare i risultati conseguiti con gli obiettivi proposti; effettuare il monitoraggio dell'avanzamento dei progetti in relazione ai parametri all'uopo determinati nel piano strategico; valutare le proposte di nuove iniziative di informatizzazione formulate dalle Pubblica Amministrazione centrale per assicurarne la coerenza con il piano strategico; valutare il risparmio effettuato rispetto al piano; sviluppare i programmi per la formazione del personale interno della Pubblica Amministrazione centrale e l'assistenza per definire ed attuare una appropriata politica del personale informatico e la formazione informatica del personale tecnico e non tecnico; cooperare con gli uffici della Unione europea sui temi dell'e-government per la Pubblica Amministrazione centrale.Protocolli d'intesa.

Avvisi per incarichi dirigenziali generali e non generali. Sedi e Contatti. Portale unico dei dati della scuola.

Portale dei dati dell'istruzione superiore. Il Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca svolge funzioni di coordinamento, direzione e controllo nelle seguenti aree:.

Nell'ambito del Dipartimento operano la segreteria tecnica di cui all'articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 5 giugnon. Al Dipartimento sono assegnati, per l'espletamento dei compiti di supporto, n.

Torna alla pagina iniziale Ministero. Pubblicazioni Protocolli d'intesa Concorsi Avvisi per incarichi dirigenziali generali e non generali Sedi e Contatti. Scuola Il sistema di istruzione Reclutamento e servizio del personale scolastico Welfare dello studente e politiche giovanili Offerta didattica Competizioni e iniziative per le eccellenze Inclusione e integrazione Innovazione Digitale Progetti e iniziative internazionali Percorsi post diploma.

Ricerca Il sistema della ricerca Programmazione Programmi di finanziamento Ricerca internazionale Valutazione Iniziative speciali e grandi ricerche.

Portale unico dei dati della scuola Il progetto Opendata Esplora i dati Documentale. Portale dei dati dell'istruzione superiore Il progetto Opendata Esplora i dati Documenti. Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca. Sembra che tuo stia utilizzando Internet Explorer 8.


thoughts on “Dipartimento per la ricerca, linnovazione e lorganizzazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *